Antenna Uno RockStation
 Informazioni Utente
Benvenuto, Anonymous
Login-Entra
Registrati
Persone Online:
Visitatori: 163
Iscritti: 1
Totale: 164

Online ora:
01: JoycelynMh

ESPERS - Casalpusterlengo 28/11/2006

ESPERS + EDITH FROST 28 NOVEMBRE 2006 CASALPUSTERLENGO (LO) Dopo un brano passato per radio, mi sono subito interessato alla band. Non trovando il CD in zona, l'ho reperito senza troppi problemi su Amazon.com, ad un prezzo irrisorio considerando che è stato pubblicato quest'anno. L'album si intitola semplicemente “II” e contiene 7 pezzi mediamente di un 6 minuti abbondanti, che ti trascinano in un'onirica spazialità musicale ricca di influenze, dal più classico folk americano ad atmosfere più vicine al rock psichedelico e melodico, con qualche a solo di chitarra che quasi quasi ti ricorda il rock anni '70 [per inciso: Greg Week, chitarra e voce del gruppo cita tra le principali influenze: Pink Flyod, Nick Drake, Fairport Convention, PFM e Goblin (!)]. Le canzoni scorrono fluide, ti avvolgono, si arrampicano in vortici di chitarra distorta con fragili dolci basi di arpeggi e violoncello, ti tengono incollato allo stereo fino all'ultima nota, lasciando un sapore di sogno e di tristezza. E' chiaro quindi che mi aspettassi grandi cose dal live. Casalpusterlengo, per chi non lo sapesse, è una sottospecie di città fantasma 9 km a nord di Piacenza, che nulla più offre al malcapitato di passaggio che qualche bar, un bel po' di banche e un paio di negozietti di abbigliamento, il tutto non molto interessante. L'unico richiamo è il Teatro Comunale, un bel teatro spazioso con una rassegna incredibile, visto dove è situato, curata da Eugenio Allegri (e anche questo è piuttosto incredibile). Il 28 novembre 2006 questo paesotto che non conta più di 15 mila abitanti ha ospitato gli Espers introdotti da una non meglio specificata Edith Frost. Pieno di impazienza ho corso i 130 km che separano Modena dalla bassa padana lombarda, aspettandomi di trovare folle quasi oceaniche visto che questa era l'unica data italiana della band, ma giunto nel nulla casalpusterlenghese ho trovato solo il freddo davanti al teatro. La situazione non è molto migliorata con lo scorrere dei minuti, e al primo attacco della spalla Frost il teatro era ancora tristemente mezzo vuoto. La Frost si è presentata dicendo che non conosce mezza parola di italiano, così ha imbracciato una chitarra ed ha iniziato il suo lavoro, sola sul palco con la sua voce melliflua, un po' accademica a dir la verità. Ha proposto una decina di pezzi, tutti in stile folk, piacevoli per i primi venti minuti, tendente al noioso il restante ... ma ci metteva un sacco di impegno, anche nel dialogo col pubblico che a stendo comprendeva l'inglese, perciò non criticherò maggiormente. Verso le 10.30, finalmente, salgono sul palco i sei di Philadelphia. Attaccano con un pezzo allucinante, che sembrava un puzzle mal costruito di mille e più altre canzoni e che a posteriori sembrerebbe essere più un manifestazione di quali siano i loro idoli che un brano musicale. Ma si riprendono subito, e alla grande, con Dead queen seguita da tutti i brani del loro ultimo lavoro. Si comportano bene, fanno il loro mestiere, ma sono rigidi, impacciati. Inesperienza? Forse, in fondo questo è il loro primo tour mondiale, il teatro è quasi vuoto ... non credo che questo giovi. Come non giova sicuramente un fonico e un tecnico luci di bassa fantasia. Non che mi aspettassi qualcosa tipo Sigur Ròs al Sashall lo scorso anno, ma forse un po' si. L'unico che sembra impazzito è proprio Week, pure troppo forse, rispetto al gelo del resto della band. Si inventa a soli di chitarra, a volte guardato torvo dagli altri, sbaglia platealmente in “Dead king” Meg Brooke è limpida e cristallina, ma sempre in una penombra che non credo si colpa solo dell'imperizia (notevole in ogni caso) del tecnico luci. A parte gli errorini in “Mansfield and Cyclopes” è un piacere sentirla cantare, se interagisse un poco sarebbe ancora meglio. Concludendo: a fronte della loro bella terza prova, il live è stato piuttosto deludente, con la scusante, forse, dell'inesperienza. Alla prossima, quindi.

Aggiunto: November 29th 2006
Recensore: Nph
Voto:
Link Correlati: SITO UFFICIALE
Hits: 1211
Lingua:

  

[ Torna Indice Recensioni | Posta Commento ]


Warning: mysql_fetch_row(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.antennaunorockstation.it/home/includes/sql_layer.php on line 286




Powered by Foring.Net
Web site engine's code is Copyright © 2003 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.470 Secondi