Antenna Uno RockStation
 Informazioni Utente
Benvenuto, Anonymous
Login-Entra
Registrati
Persone Online:
Visitatori: 57
Iscritti: 2
Totale: 59

Online ora:
01: AishaTuckf
02: ShermanOli
Antenna Uno Rockstation: Utenti Journal


Utenti Journal
[ Directory del Journal | Crea un Account ]

Gli utenti iscritti a questo sito hanno automaticamente la possibilità di creare un loro Journal personale e postare commenti.

Goa Boa
di: Space
Postato il: 07-16-2004 @ 09:25 pm

Arriviamo a Genova verso tardo pomeriggio e ci ricongiungiamo con la nostra cellula locale.

Facciamo passare un'oretta in un pub che ci rifocilla di ogni ben di dio incluso nel prezzo (nemmeno esorbitante) della lager, e noi senza farci pregare spazzoliamo accuratamente tutto.

completato il secondo giro ci portiamo nell'area festival, sul mare, proprio un bel posto per farci musica. il tempo di guardarci intorno e farci un terzo giro che intravedo figure familiari sul palco. i baustelle son già  lì, senza che io mi sia accorta del gruppo precedente, qualunque cosa fosse.

butto giù l'ultimo sorso e volo sotto al palco. non se li cagano mica tanto, buon per me, che non ho problemi a guadagnarmi lo spazio che mi è fisiologicamente necessario per godere di baustelle. il loro set è piuttosto breve, qualcosa come 6 pezzi, ma ce lo godiamo tutto. Deliziosamente ebbri, lasciamo che il pomeriggio vada da sé, e ci divertiamo all'inverosimile saltando come indemoniati sotto gli sguardi perplessi del pubblico incompetente. meglio di così proprio non può andare.

a performance conclusa si scatta all'area incontro per scambiare qualche chiacchiera col gruppo, immortalando in un pomeriggio storico, la bau-posse col Bianconi.

Ci si ripiglia sdraiati per terra ad ammazzare la sete e a sentenziare che a noi sti phoenix non ci dicono mica tanto, e vorremmo invece sentire cherry blossom girl.

quando ci disponiamo per accogliere Skinner siamo al nostro meglio, e scaldiamo l'ugola con cori che reclamano 'Skinnnaaaaaa the geezeeeeeeer!!' Arriva e perdiamo la testa. Chi se la ricorda la scaletta, prevalentemente a grand dont come for free, ma con obbligatori episodi di original pirate material.

Offriamo una pint of lager al brummie che la accetta e in cambio ci offre a sua volta una lattina di heineken, poi da sfacciati quali siamo chiediamo uno shot degli alcolici che ha pronti davanti alla batteria. alla richiesta di cosa vorremmo optiamo per una vodka, che prontamente Skinner ci allunga in un bicchiere di plastica con gesto minuzioso, attento a darla al legittimo richiedente.

In virtù del nostro personale 'prendete e bevetene tutti, fate questo in memoria di me', vodka e birra passano di mano in mano affinchè tutta la posse partecipi alla spartizione del bottino. stiamo da dio e se prima già noi non si capiva un cazzo, adesso non abbiamo più speranze.

Ci si gode il concerto in uno stato di grazia assoluto e anche il quesito del giorno, ossia 'come mai the streets non sia headliner, e soprattutto, come è possibile che sia prima dei Verdena??' sembra non sfiorarci affatto. I verdena li ascolteremo poi distrattamente tra giri aggiuntivi e pisciate varie. non fanno valvonauta, che l'aspettavamo da ore, e allora ce la prendiamo un po'.

Certo è che se Skinner non si fosse successivamente perso con soli 3 fans che gli hanno raccontato vita morte e miracoli, allora forse avremmo ottenuto udienza anche noi; nemmeno i nostri 'Come here, i'm gonna batter ya, come here!!' hanno funzionato. E allora ecco levarsi il nostro più sincero e amichevole 'Piss Off'.

In questo clima di festa totale nemmeno i Kings of Leon mi danno noia, e me li vedo con piacere dall'inizio alla fine, considerando quanto mi fa specie vedere il cantante sbaffato.

Quando è il turno di Peaches ci troviamo in una dimensione parallela e non possiamo non trovare assolutamente entertaining il suo bizzarro show dalle erotiche coreografie. Decido che Peaches è proprio una gran figa, sebbene sia più piccola di quanto credevo, e strano ma vero mi piace.

 

A spettacolo terminato avremo il tempo di riprendere progressivamente controllo, ma non prima di avere sparato cazzate a sfondo ludico-musicale per un buon pezzo.

The day after, devastatio completa. Cerchio alla testa, voce inesistente e 3 ore di sonno all'attivo. It was supposed to be so easy, ma si sa, a grand dont come for free. proprio una grand bella serata.



Ultimo aggiornamento il 07-16-2004 @ 09:48 pm


Vedi altro
Vedi altro
Profilo utente
Profilo utente
Create an account
Crea un Account

Posted Comments
Gli utenti Registrati possono postare un commento

Commento di: mek
(Postato il 08-03-2004 @ 06:21 pm)

Comment: sempre appasiona(n)ti i tuoi resoconti! mi pentirò per sempre di essermi perso mr skinner!






Powered by Foring.Net
Web site engine's code is Copyright © 2003 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.141 Secondi